>> UPGRADE 26.05 <<
Tutti i PowerSwimCamp in programma (qui) sono confermati.
Sottolineamo comunque che – oltre al previsto caso di “malattia/infortunio” comprovato da certificato medico – è prevista la tempestiva restituzione dell’acconto versato anche nella malaugurata condizione di dover annullare per Covid-19 uno degli appuntamenti programmati.
Aggiungiamo che siamo costantemente al lavoro – assieme ai partner ricettivi coinvolti – per adottare tutte le misure di sicurezza previste dai protocolli sanitari, per la sicurezza e la serenità di tutti: dei genitori, dei partecipanti e nostra. 
Anche per ogni approfondimento sull’argomento-Covid-19 suggeriamo di contattare il nostro Team Leader  Giovanni Franceschi (335 61 72 453 – info@giovannifranceschi.it).
Prima di concludere, due punti che sottolineano oltremodo il senso dell’esperienza NUOTOPIU’ post lockdown:
  • il fatto di non aver nuotato per un periodo così lungo ha resettato un po’ tutto, a livello di tecniche natatorie, e il riprendere l’attività “ben inquadrato” attraverso l’apporto di NUOTOPIU’ può fare una grande differenza, anche dal punto di vista emotivo.
  • in taluni casi sarà invece importante “riaccendere il motore della passione” per il nostro sport, ed in questo NUOTOPIU’ può senz’altro offrire un grande contributo.
————————————————————————————————————————————————
 
Sin dall’inizio, nel 1995l’ideatore di NUOTOPIU’  (il due volte Campione Europeo Giovanni Franceschi) crede fortemente che il percorso di crescita natatoria debba essere raggiunto analogamente alla costruzione di una casa, partendo cioè dalle fondamenta. 
Ritiene infatti che prima sia necessario consolidare una buona tecnica di nuotata, di partenza e di virata, e che solo dopo arrivi il momento di crescere con i volumi di allenamento.
E’ proprio per questo che 25 anni fa nasceva NUOTOPIU’, per
  • consolidare la conoscenza tecnica del nostro sport del cuore
  • scoprire i segreti natatori dei campionissimi 
  • accrescere la consapevolezza individuale
NUOTOPIU’ è inoltre un progetto con una valenza anche di socializzazione e di integrazione, e non può non essere sensibile al crescente spazio che il movimento paralimpico ha saputo conquistarsi nel cuore degli italiani, al punto di diventare per molti – con o senza disabilità – un punto di riferimento, un esempio e uno stimolo a migliorarsi e a lottare per i propri diritti. I campioni paralimpici hanno inoltre saputo trasmettere un fortissimo messaggio di speranza, di tenacia e di passione, valori che NUOTOPIU’ condivide pienamente, tant’è che  la seconda data di Riccione (2-8 agosto) vedrà anche la presenza di nuotatoripiù paralimpici, seguiti da tecnici F.I.N.P..
Nel corso di questo stimolante progetto tutto all’insegna del nuoto e dei valori positivi dello sport la didattica – è bene sottolinearlo – è affrontata in maniera serena e divertente, avendo come obiettivo non secondario il fatto che i partecipanti socializzino con coetanei accomunati dalla stessa meravigliosa passione.
All’ipotetica domanda “qual è il focus di questo progetto?” la risposta è “il piacere di praticare il nostro sport divertendosi, allargando in maniera straordinaria l’orizzonte della propria passione sportiva”, la stessa messa in luce dai gemelli d’oro Gregorio PALTRINIERI e Gabriele DETTI nella loro partecipazione – da esordienti – a NUOTOPIU’ (Gregorio per 4 anni di seguito …).
A noi piace però considerare Campioni tutti coloro che partecipano a NUOTOPIU’: tutti hanno infatti la possibilità di coltivare il sogno di raggiungere – con impegno, sacrificio e anche una piccola dose di fortuna – il tetto del mondo, proprio come fatto da Gregorio e da Gabriele. Del resto – vedendoli nuotare durante le loro partecipazioni a NUOTOPIU’ da esordienti – nessuno poteva presagire che sarebbero arrivati a vincere tutto, ed invece …